MEDIA / REVIEWS

http://macaomilano.org/rivista/spip.php?article825

———————————————————————————————————————————-

LaRoboterie • Nostri i corpi nostre le città 29 settembre 2018

CAZZURILLO è l’imprevedibilità, la sorpresa, l’anarchia, il coraggio, la follia. Gli schemi li disegna lei per poi non seguirli, è auto-determinata e caotica, è una, nessuna e centomila voci distorte, inafferrabili, voci che arrivano da Grinchland ma anche da territori inesplorati, da cime lontane e oceani profondi. Cazzurillo è un’eroina steampunk più feroce della Auntie Entity oltre la sfera del tuono ma è pure una beffarda nobile che trama lussuriosi intrighi a corte e una rivoluzionaria suffragetta che scardina porte, finestre e dogmi, prendendosi gioco delle buone maniere. Cazzurillo soprattutto si esprime come vuole, dove e quando vuole. Greetings from Grinchland noi l’abbiamo ascoltato e amato molto, come siamo stati rapiti ogni volta da lei quando l’abbiamo vista dal vivo, ma non è questo il punto. Non è il nostro amore il tema della questione, è che Nostri i corpi nostre le città aveva bisogno di lei, della sua energia, del suo sovversivismo. Cazzurillo non è solo una riot girl, una one girl mess, è la nostra Sandra Mondaini in acido, è passione e libertà, è allo stesso tempo i nostri corpi e le nostre città. E sabato 29 a SPIN TIME LABS ci aiuterà ad inaugurare la nuova stagione nel migliore dei modi.
Anche questa splendida immagine che ritrae Cazzurillo è un’opera di Emiliana Pinna

———————————————————————————————————————————-

Estratto da: https://offtopicmagazine.net/2018/09/10/m%C2%A5ss-keta-magnolia-settembre-2018/
..Il concerto però, conserva ancora una bella dose di di glamour e irriverenza. A partire dall’apertura, direi: l’emiliana Cazzurillo ha decisamente shoccato i presenti, con la sua elettronica rumorista e Post apocalittica, le sue vocal urlate e filtrate e un immaginario fatto di visual inquietanti e costumi improbabili. Una proposta estrema, direi fin troppo, che nel finale presenta una qualche parvenza di musicalità, col pubblico che prova anche un po’ a ballare, ma che in generale sembra rivolta solo agli amanti dell’elettronica più sotterranea.

————————————————————————————————————————————–

https://www.darlin.it/musica/myss-keta-magnolia/

————————————————————————————————————————————–

http://www.circolomagnolia.it/evento/3888/LEGALIZE-MSS-KETA

————————————————————————————————————————————–

https://zero.eu/eventi/109636-maple-death-night-3,bologna/
“Cazzurillo, mitica performer che rifugge ogni catalogazione, una scarica di adrenalina necessaria in questa scena musicale italiana fatta di lessi, di gilde e di corporazioni.” Buono Legnani / ZERO

————————————————————————————————————————————–

https://www.lospaziobianco.it/le-novita-di-canicola-per-maggio-2018/

————————————————————————————————————————————–

https://acquanonpotabile.wordpress.com/2018/02/19/intervista-cazzurillo-premiere-video-playcity-sono-abbastanza-consapevole-che-alcuni-noti-snobboni-dellambiente-underground-little-italy-mi-considerano-un-fenomeno-da-baraccone-p/

————————————————————————————————————————————–

http://heeboo.fr/plage-arriere-cazzurillo-polychrome/

————————————————————————————————————————————–

Tuning Maze 09/12/2017
Su Blow Up SIB gli ha appioppato un bell’8/10 con tanto di spazio su cornice rossa, ma al suo interno, più che disquisire sul contenuto, ha divagato con uno strano pistolotto a sfondo musical­sociologico. Questo può essere un indizio concreto di come sia difficile descrivere l’essenza della musica di questa ragazza di cui non si sa il vero nome, ma si sa che è milanese, ha realizzato solo 3 pubblicazioni in 9 anni, si esibisce vestita e mascherata in modi bizzarri, e viene (auto?) definita one girl mess. Uno spirito libero, insomma, che nella propria espressione pura e semplice riesce a trovare la sua nicchia di originalità; in tempi come questi, un mezzo miracolo.
Greetings From Grinchland mette in mostra un pop acido che mescola con disinvoltura melodie cristalline (la voce sempre modulata, estremamente femminea) con suoni sporchi, fangosi, incursioni psichedeliche sopraffine, qualche spruzzata di elettronica povera e di hauntologia. A far chiarezza in un complesso che potrebbe essere un po’ nebbioso ci pensano i pezzi, davvero apprezzabili ed in qualche caso clamorosi: l’intensa emotività di Posers, l’ossessività sulfurea di Playcity, il treno lanciato a gran velocità di Bunny’s bed. Non so perchè, ma mi è parso di scorgere un’affinità con Samuel Katarro, magari solo a livello ideologico o di sensazioni generate dall’ascolto. In ogni caso, una piccola rivelazione a sè stante, per il talento genuino e perchè staccata da qualsiasi tendenza e/o scena corrente.
http://tuning901.rssing.com/chan-36748026/all_p28.html#item547

————————————————————————————————————————————–

Blow up / January 2017

————————————————————————————————————————————–

 

http://www.dominiodeuses.org/ficha.asp?ID=2126870847

————————————————————————————————————————————–

https://le-drone.com/lire/blog/l-italienne-cazzurillo-melange-shoegaze-de-caniveau-miniatures-post-punk-et-ballades-somnambules-ravagees-par-le-spleen/-u82333

————————————————————————————————————————————–

http://united-mutations.blogspot.it/2017/06/cazzurillo-greetings-from-grinchland.html

Macinano chilometri musicali, i Julie’s Haircut, e si fanno accompagnare dalla tempesta sonora messa in atto da Cazzurillo, one mess girl (così si autodefinisce) che ama la teatralità di esibizioni macabre ed elettroniche, sollevando una curiosità abnorme nel pubblico che man mano affolla il circolo. La scena, per intenderci, è la seguente: lei seduta vestita con un sacco dei rifiuti e dei pezzi di giornale attaccati con un nastro, lanciati al pubblico tra lancinanti preghiere techno industrial e voce alterata. Dietro a lei, le immagini claustrofobiche in super 8 riprese con l’ansia di un sound che ricorda le urla della suicide girl Violetta Bauregarde, non fosse altro per il groviglio dei fili raccolti sul tavolo della performer. Percussioni funeree e metriche pazze di kazoo fanno il resto.
Dopo le giuste dosi di incubo quotidiano, largo alle schitarrate sognanti e alle atmosfere lisergiche degli Julie’s Haircut.

Estratto da: http://www.thefrontrow.it/julies-haircut-concerto-milano-9-marzo-2017/

————————————————————————————————————————————–

 

https://zero.eu/eventi/75100-cazzurillo,roma/?lang=de

————————————————————————————————————————————–

 

http://www.cheapsatanism.com/catalog/cheap666-034/

————————————————————————————————————————————–

 

http://www.peek-a-boo-magazine.be/en/reviews/cazzurillo-ghosts-are-surfing-now/

————————————————————————————————————————————–

 

http://www.funkygibbins.me.uk/?p=9072

————————————————————————————————————————————–

 

http://www.chaindlk.com/reviews/?id=8728

————————————————————————————————————————————–

 

http://indiepercui.altervista.org/cazzurillo-ghost-are-surfing-now-solita-minestra-records/

————————————————————————————————————————————–

 

http://www.distorsioni.net/rubriche/fermoposta/fermoposta-it/ghosts-are-surfing-now

————————————————————————————————————————————–

 

https://www.melodlist.com/index.php?a=search&yti=ygjq5bEj6jI

————————————————————————————————————————————–

 

http://www.rockon.it/recensioni/maybe-im-bwa-kayman/

————————————————————————————————————————————–

 

https://www.rockit.it/recensione/7650/cazzurillo-maialkoki

 

 

 

 

Advertisements