MEDIA / REVIEWS

Il concerto però, conserva ancora una bella dose di di glamour e irriverenza. A partire dall’apertura, direi: l’emiliana Cazzurillo ha decisamente shoccato i presenti, con la sua elettronica rumorista e Post apocalittica, le sue vocal urlate e filtrate e un immaginario fatto di visual inquietanti e costumi improbabili. Una proposta estrema, direi fin troppo, che nel finale presenta una qualche parvenza di musicalità, col pubblico che prova anche un po’ a ballare, ma che in generale sembra rivolta solo agli amanti dell’elettronica più sotterranea.

Estratto da: https://offtopicmagazine.net/2018/09/10/m%C2%A5ss-keta-magnolia-settembre-2018/

https://www.darlin.it/musica/myss-keta-magnolia/

http://www.circolomagnolia.it/evento/3888/LEGALIZE-MSS-KETA

https://zero.eu/eventi/109636-maple-death-night-3,bologna/

https://www.lospaziobianco.it/le-novita-di-canicola-per-maggio-2018/

https://acquanonpotabile.wordpress.com/2018/02/19/intervista-cazzurillo-premiere-video-playcity-sono-abbastanza-consapevole-che-alcuni-noti-snobboni-dellambiente-underground-little-italy-mi-considerano-un-fenomeno-da-baraccone-p/

http://heeboo.fr/plage-arriere-cazzurillo-polychrome/

http://tuning901.rssing.com/chan-36748026/all_p28.html#item547

http://www.dominiodeuses.org/ficha.asp?ID=2126870847

https://le-drone.com/lire/blog/l-italienne-cazzurillo-melange-shoegaze-de-caniveau-miniatures-post-punk-et-ballades-somnambules-ravagees-par-le-spleen/-u82333

http://united-mutations.blogspot.it/2017/06/cazzurillo-greetings-from-grinchland.html

Macinano chilometri musicali, i Julie’s Haircut, e si fanno accompagnare dalla tempesta sonora messa in atto da Cazzurillo, one mess girl (così si autodefinisce) che ama la teatralità di esibizioni macabre ed elettroniche, sollevando una curiosità abnorme nel pubblico che man mano affolla il circolo. La scena, per intenderci, è la seguente: lei seduta vestita con un sacco dei rifiuti e dei pezzi di giornale attaccati con un nastro, lanciati al pubblico tra lancinanti preghiere techno industrial e voce alterata. Dietro a lei, le immagini claustrofobiche in super 8 riprese con l’ansia di un sound che ricorda le urla della suicide girl Violetta Bauregarde, non fosse altro per il groviglio dei fili raccolti sul tavolo della performer. Percussioni funeree e metriche pazze di kazoo fanno il resto.
Dopo le giuste dosi di incubo quotidiano, largo alle schitarrate sognanti e alle atmosfere lisergiche degli Julie’s Haircut.

Estratto da: http://www.thefrontrow.it/julies-haircut-concerto-milano-9-marzo-2017/

https://zero.eu/eventi/75100-cazzurillo,roma/?lang=de

http://www.cheapsatanism.com/catalog/cheap666-034/

http://www.peek-a-boo-magazine.be/en/reviews/cazzurillo-ghosts-are-surfing-now/

http://www.funkygibbins.me.uk/?p=9072

http://www.chaindlk.com/reviews/?id=8728

http://indiepercui.altervista.org/cazzurillo-ghost-are-surfing-now-solita-minestra-records/

http://www.distorsioni.net/rubriche/fermoposta/fermoposta-it/ghosts-are-surfing-now

https://www.melodlist.com/index.php?a=search&yti=ygjq5bEj6jI

http://www.rockon.it/recensioni/maybe-im-bwa-kayman/

https://www.rockit.it/recensione/7650/cazzurillo-maialkoki

 

 

 

 

Advertisements